You are here

Story of Isaac (La storia di Isacco)

La porta si apri' lentamente,
mio padre entro',
Avevo 9 anni.
Era in piedi sopra di me,
I suoi occhi blu luccicavano
E la sua voce era molto fredda.
Disse, "Ho avuto una visione
E sai che sono forte e religioso,
Devo fare cio' che mi e' stato detto."
Cosi' parti' per la montagna,
Io correvo, lui camminava,
La sua ascia era d'oro.

Gli alberi diventaro piu' piccoli,
Il lago uno specchio da signora,
Ci fermammo per bere del vino.
Poi getto' via la bottiglia.
Si spacco' un minuto dopo
E mi diede la mano.
Pensai di aver visto un acquila
Ma potrebbe essere stato un avvoltoio,
Non posso ricordare.
Poi mio padre costrui' un altere,
Guardo' una volta dietro di se,
Sapeva che non mi sarei nascosto.

Tu che adesso costruisci questi altari
Per sacrificare questi figli,
Non devi farlo piu'.
Uno schema non e' una visione
E non sei mai stato istigato
Da un demone o un dio.
Tu che adesso stai in piedi sopra di loro,
Le tue asce spuntate ed insanguinate,
Non eri la',
Mentro giacevo sulla montagna
E la mano di mio padre tremava
Di fronte alla meraviglia delle Scritture.

E se mi chiami fratello,
Perdona se chiedo,
"In base al piano di chi"
Quando tutto crolla dinventando polvere
Ti uccidero' se devo,
Ti aiutero' se posso.
Quando tutto crolla dinventando polvere
Ti aiutero' se devo,
Ti uccidero' se posso.
Abbi pieta' della nostre uniforme,
Uomo di pace o uomo di guerra,
Il pavone distende il suo ventaglio.

Comments

Io stavo correndo, lui stava camminando --> io correvo, lui camminava
Quando mi posai --> mentre giacevo
Per la bellezza della comando --> del mondo
Conciliando con quale piano --> seguendo il piano di chi?
E la grazia sulla nostra uniforme --> abbi pietà della ...

Queste sono le parole originali:
when I lay upon a mountain
and my father's hand was trembling
with the beauty of the word.

Credo che il riferimento sia alla "Parola" intesa come scritture. Tradurrei questo verso come: Di fronte alla meraviglia delle Scritture.