You are here

To A Teacher (A un insegnante)

[Dedicato a A. M. Klein (1909-1972)]
Fai male una volta per tutte nel silenzio.
Un lungo dolore che termina senza una canzone per darne testimonianza.
Chi potrebbe restare accanto a te, così vicina all'Eden,
Quando tu riflettevi in ogni occhio l'importante
rasoio, frantumando ogni ariete e figlio?
Ed ora il silente pazzo bidone, dove
Le ombre vivono nelle travi come
Pipistrelli annoiati dal giorno,
Finchè la mente che devia, un segnale radar,
Adesca loro per ingrandire
La dimensione dei monti sul muro di pietre bianche
La tua minuta andatura.
Come posso lasciarti in questo tipo di casa?
Non ci sono più santi e maghi
Per elogiare le loro strade con allievi,
Non più demoni per intontire con uno schiffo
Di una lingua umida rossa?
Confondesti il messia in uno specchio
E aspettasti perchè egli finalmente venisse?
Lasciami gridare aiuto vicino a te, maestra.
Entrai sotto questo cielo scuro
In modo impavido come un figlio onorato
Entra nella casa di suo padre.